cisede

Just another WordPress.com weblog

Viaggio nella disperazione e nella dignità che non muore

Perduta nella memoria di nonna Ella, il bastone di questa famiglia, tutti dritti, si riparte da zero ma aggrappati a lei, 'dalle patate, dalla pasta, dal giocare e parlare insieme', e nonna Ella lo dice trovando un sapore in questo spazio di tende blu, di letti affiancati, di lacrime spontanee e senza freni.
La sera fa buio in fretta, la notte trema la terra, e allora la gente esce d'istinto, come avesse ancora un tetto sopra la testa che può crollare.
Ha la camicia di jeans del marito Enrico, tre taglie più grande, perché quando è arrivata la scossa micidiale è fuggita di casa in mutande, e il marito gli ha prestato la camicia e ancora non hanno avuto altri panni da indossare.
La loro figlia Eleonora, occhi verdi, coda intrecciata con cura, nonostante tutto, è assieme a Luca, un compagno di scuola in terza media: lui parla inglese, per tenersi in esercizio e per vanità.

Fonte: http://www.unita.it/news/83825/viaggio_nella_disperazione_e_nella_dignit_che_non_muore

April 10, 2009 - Posted by | Uncategorized

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: